Marco Cevoli e Sergio Alasia

5 domande a Marco Cevoli e Sergio Alasia

Le agenzie sono davvero la nemesi dei traduttori? La localizzazione è un settore che premia più le competenze tecniche di quelle linguistiche? Quanta distanza c’è fra ciò che si insegna all’università e la professione di traduttore? Hanno risposto per noi a queste e altre domande Marco Cevoli e Sergio Alasia, titolari dell’agenzia di localizzazione Qabiria.

5 domande a Carlos la Orden Tovar

Una laurea in traduzione è davvero fondamentale per fare il traduttore? Cosa deve fare un freelance per arrivare a guadagnarsi da vivere senza svendersi? Come possiamo non farci rimpiazzare dalla traduzione automatica? Ha risposto per noi a queste e altre domande Carlos la Orden Tovar, traduttore e condirettore di programma per Elia Together.

5 domande a Isabella Massardo

L’intelligenza artificiale è davvero una minaccia per il mondo del lavoro? Perché la traduzione automatica a volte si comporta in modo incomprensibile? Una macchina può sviluppare un bias culturale? Ha risposto per noi a queste e altre domande Isabella Massardo, esperta di tecnologie per la traduzione.

Marina Invernizzi

5 domande a Marina Invernizzi

Come si sopravvive in un mercato competitivo come quello della traduzione? Essere pagati male è una buona scusa per consegnare un lavoro approssimativo? La traduzione è scienza, arte o artigianato? Ha risposto per noi a queste e altre domande Marina Invernizzi, traduttrice e titolare di Langue&Parole.

Claudia Benetello

5 domande a Claudia Benetello

Come mai vediamo sempre più strafalcioni nella comunicazione scritta? Cos’è esattamente la transcreation? Cosa significa fare sia l’interprete che il traduttore? Ha risposto per noi a queste e altre domande Claudia Benetello, professionista nel settore della comunicazione.